Artisti #rifugiati / Hassan Yare
Hassan
#Yare

Hassan Hussein Abdi (‘Yare’ è il suo soprannome) è nato a Mogadiscio, in Somalia, nell’aprile del 1979. E’ fuggito dalla guerra in Somalia nel 2009, dopo aver visto morire numerosi amici e familiari, e si è recato nel campo di rifugiati di Dadaab, in Kenya.

Attualmente Hassan vive solo nel campo di Hagadera, che conta 74.477 abitanti ed è uno dei tre campi di rifugiati che costituiscono il più grande insediamento di Dadaab.

Il disegno e la pittura sono la sua unica fonte di sostentamento. In passato suo padre ha notevolmente sostenuto il suo talento, fornendogli materiale da disegno, mentre ora sono i suoi amici ad aiutarlo a far arrivare questo materiale da Nairobi. Le opere di Hassan sono ispirate dalla vita nei campi di rifugiati, ma dipinge anche su commissione e sulla base del suo stesso pensiero creativo. Produce inoltre opere che ritiene possano essere vendute velocemente sul mercato. Alcuni dei suoi lavori sono stati usati durante cerimonie nuziali e per decorare le case degli sposi.

Tra il 2014 e il 2018 Hassan ha beneficiato della formazione offerta dal Danish Refugee Council, partner di UNHCR, e questa esperienza gli ha permesso di vendere oltre 50 dipinti. Hassan ritiene che, attraverso i canali giusti, tanto lui quanto l’intera comunità possano trarre enormi benefici dall’arte.

Il dipinto preferito di Hassan rappresenta una leonessa, che simboleggia la ‘madre perfetta’, il suo essere protettiva e responsabile della cura della famiglia.